Il Giappone viaggia ad alta velocità, anzi altissima. Durante lo scorso fine settimana, infatti, cento fortunatissimi e privilegiati viaggiatori hanno potuto provare l’ebrezza di percorrere la tratta Uenohara/Fuefuki (circa 43 chilometri) alla sorprendente velocità di 500 chilometri orari.

Si è trattato di un viaggio test, la sperimentazione di quello che sarà poi un progetto molto più grande a ambizioso: una linea ad altissima velocità in grado di collegare le città di Tokyo e Nagoya, effettuando il percorso in soli quaranta minuti anziché negli attuali ottanta. Il tutto dovrebbe essere realizzato entro la fine del 2027.

Come funziona il sistema MagLev

L’aspetto fondamentale e straordinario di questi treni che sembrano arrivare dal futuro, è che sono dotati del sistema MagLev, ossia sono in grado di viaggiare senza toccare le rotaie grazie alla levitazione magmatica. E’ proprio grazie a questo meccanismo che riescono a raggiungere velocità impensabili.

Il sistema MagLev funziona in questo modo: grazie ai magneti con polarità opposta piazzati gli uni sul fondo del treno e gli altri sulle rotaie, si ottiene una sospensione elettrodinamica di circa dieci millimetri nel momento in cui il treno si trova in movimento (non quando è fermo invece). Attraverso questo ingegnoso sistema, i tecnici giapponesi sono riusciti ad ottenere velocità che si avvicinano anche ai 581 chilometri orari.

Nelle immagini del video, il viaggio test effettuato tra Uenohara/Fuefuki.

(photo credit: Shanghai Metal Corporation)