Man mano che si avvicinano le elezioni americane di novembre sale sempre di più il livello della polemica tra i protagonisti in campo. Questa volta a far scoppiare la bufera è stato il presidente uscente Barack Obama che, per una volta, si è rivolto soltanto all’elettorato repubblicano. Obama ovviamente sostiene la candidata democratica Hillary Clinton. Per spostare più voti dalla parte dei Dem, Obama ha lanciato un pesante affondo contro il candidato repubblicano Donald Trump.

Obama: Trump non adatto alla presidenza USA

Come fate a stare ancora con lui? Qui non si tratta di gaffe sporadiche, ma di una situazione che si ripete giorno dopo giorno. Sta dimostrando di non essere adatto a fare il presidente degli Stati Uniti. È impreparato, inadeguato, e non ha neanche le conoscenze di base sulle questioni fondamentali.

Queste le pesanti parole del presidente che si è rivolto ai vertici del partito repubblicano. Obama cerca di dividere ulteriormente il partito opposto già spaccato sulla nomina del magnate, con diversi esponenti di spicco che si sono dissociati da alcune esternazioni imbarazzanti di Trump delle scorse settimane. Prima o poi, ha affermato l’attuale presidente, anche i maggiori esponenti del partito repubblicano ammetteranno di non volere una persona così alla presidenza degli Stati Uniti, anche se è del loro stesso partito.

Trump replica: Obama è stato un disastro

Dopo le accuse di Obama le attenzioni dei media si sono spostate sul candidato repubblicano che non ha atteso molto prima di replicare altrettanto duramente:

L’accoppiata Barack Obama-Hillary Clinton ha consegnato l’Iraq, la Libia e la Siria all’Isis.  Ci hanno umiliato all’estero, hanno tradito la nostra sicurezza. [Obama e Hillary] hanno ripetutamente accolto migranti che poi si sono rivelati implicati nel terrorismo. L’amministrazione Obama è stata un disastro. È stato debole e inefficace, il peggior presidente, forse, nella storia del nostro Paese.

Difficile che queste dichiarazioni possano bastare per recuperare gli attuali 9 punti percentuali di svantaggio dalla candidata democratica Hillary Clinton stimati dai sondaggisti ufficiali della Cnn.