L’ex Presidente americano Barack Obama ha tenuto il suo discorso durante il summit internazionale sull’innovazione alimentare, Seeds and Chips, che si sta tenendo a Rho Fiera (Milano). Obama è nel capoluogo lombardo dalla giornata di ieri e si sta dividendo tra impegni culturali, politici e più propriamente di impegno sociale. Tra questi, appunto, il discorso molto atteso al summit, in cui avrebbe affrontato temi che gli sono stati molto cari anche nel corso della sua presidenza.

Contrariamente a Donald Trump, che sta rivedendo la politica energetica e di sostenibilità degli Stati Uniti, Barack Obama e sua moglie Michelle hanno sempre creduto nella promozione della sostenibilità ambientale, puntando anche, e soprattutto, sull’alimentazione e ponendosi come baluardo di lotta all’obesità.

Dal palco del Seeds and Chips di Rho Fiera, Barack Obama si dice pronto a tornare spesso nel nostro Paese e poi, ponendosi in netto contrasto con la politica ambientale di Donald Trump ha dichiarato: “Se raccogliamo le sfide del futuro non c’è nulla che non possiamo fare. Dobbiamo ridurre carestia e malnutrizione, dobbiamo invertire la direzione in cui ci portano i cambiamenti climatici, dobbiamo lavorare per un mondo più sostenibile“. Dopo alcuni mesi in cui Obama era quasi sparito dalla scena pubblica e politica americana, oggi è apparso sempre più chiaro come il suo intento sia quello di opporsi fermamente a Trump e alle sue politiche.

Ed è proprio il cambiamento climatico uno dei temi che più stanno a cuore all’ex Presidente americano. Barack Obama ha proseguito: “Il cambiamento climatico continuerà ad avere un impatto sul nostro mondo, produrre energia sarà sempre più difficile e anche produrre cibo sarà sempre più difficile. Tutto questo avrà ripercussioni, molti rifugiati arrivano nei nostri paesi anche perché nei loro Paesi esiste un problema di derrate alimentari. 800 milioni di persone in tutto il mondo soffrono di malnutrizione, e le migrazioni non sono causate solo dalle guerre, ma anche dalla fame, che in certi casi è conseguenza proprio del cambiamento climatico“.