Il Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha assicurato che gli Usa non torneranno più in Iraq per combattere. In una conferenza stampa in diretta tv, l’inquilino della Casa Bianca ha tracciato il quadro della situazione nel Paese: “Non ci sono dubbi sul fatto che ci siano profonde divisioni. Gli Stati Uniti resteranno vigili ma non è nostro compito scegliere i leader dell’Iraq“.

L’America è comunque pronta ad evitare che nel Paese mediorientale scoppi una guerra civile e a tal proposito si dice pronta ad inviare 300 consiglieri militari pronti ad “azioni mirate”, se queste si renderanno necessarie. Nel frattempo però, si sta procedendo ad aumentare la presenza dell’intelligence su territorio iracheno.