Oggi si celebra in tutto il mondo la giornata contro la violenza sulle donne. In Italia tante, troppe sono le donne che – ogni giorno – sono vittime di abusi e stalking: nella maggior parte dei casi non denunciano e i fatti si consumano all’interno delle proprie abitazioni. Gli autori delle persecuzioni sono gli ex mariti o gli ex compagni che non accettano la fine delle loro separazioni: basti pensare all’assassinio della giovane Giordana Di Stefano, uccisa dal suo ex in modo brutale.

Donne vittime di abusi e stalking

Come riferisce l’Istat, il 21,5% delle donne fra i 16 e i 70 anni – ovvero circa 2 milioni e 151mila persone – hanno subito comportamenti persecutori da parte dei propri ex almeno una volta nella loro vita. Un dato allarmante che parla di amori malati e “criminali”, quasi delle ossessioni. Troppi, infatti, sono i femminicidi registrati negli ultimi anni: in Italia in quasi 7 milioni hanno subito violenza e solo nei primi mesi 10 mesi dell’anno sono state uccise 116 donne.

Donne uccise dagli ex compagni

Il 9% delle donne – riferisce l’Istat – avrebbe subito lo stalking nelle sue forme più gravi mentre il 15,3% ne è rimasto vittima più volte. Amori malati che possono nascere persino sul web: tante sono le donne vittime di stalking da parte di uomini conosciuti sui social network che le inondano di messaggi e telefonate, talvolta con contenuti minacciosi. La soluzione? Denunciare sempre.