Sconvolgente ritrovamento ad Olbia dove è stato rinvenuto un feto di circa tra mesi avvolto tra la biancheria sporca recapitata in una lavanderia che si occupa della pulizia di lenzuola e asciugamani per ospedali, alberghi e ristoranti. A ritrovare il feto è stata una dipendente che ha dato subito l’allarme: immediato l’intervento della Polizia di Olbia e del magistrato di turno. Quelle lenzuola, stando alle prime informazioni trapelate, provenivano dall’ospedale San Francesco di Nuoro: è scattata, infatti, un’attività d’ispezione nel reparto di Ginecologia e Ostetricia del nosocomio, diretto dal primario Angelo Multinu.

Feto trovato tra le lenzuola di una lavanderia

Gli inquirenti vogliono vederci chiaro: come è possibile che un feto si trovasse tra le lenzuola? Cosa è successo? In queste ore, tra l’altro, gli agenti stanno acquisendo atti e sentendo il personale del reparto del nosocomio di Olbia. Non si esclude l’errore o che il feto possa essere stato nascosto da qualche gestante. L’Asl di Nuoro, intanto, ha già aperto un’indagine interna per “stabilire l’esatta dinamica dei fatti”.

Il feto forse nascosto da una gestante

“È fermo intendimento del commissario straordinario esigere che sia fatta immediatamente piena luce sui fatti e sulle responsabilità, in ordine alle quali saranno adottati severi provvedimenti” ha fatto sapere l’Asl. L’azienda, infine, si è detta “vicina ai familiari per l’ingiustificabile episodio che li ha visti coinvolti”.