Stamattina gli avvocati di Massimo Giuseppe Bossetti, il presunto killer di Yara Gambirasio, valuteranno l’opportunità di depositare o meno un’istanza di scarcerazione per il proprio assistito. L’avvocato Claudio Salvagni spiega infatti di essere in possesso di discreti argomenti per chiedere la scarcerazione dell’indagato ma che comunque la decisione finale sul da farsi sarà presa soltanto nelle ultime ore a disposizione per inoltrare richiesta.

Nel frattempo è stata anche smentita la notizia circolata nelle ultime ore circa la presenza di peli di Bossetti sul cadavere di Yara. La smentita è arrivata dal professor Carlo Previderè, responsabile del laboratorio di genetica forense dell’Università di Pavia che ha poi specificato come le analisi sui materiali rinvenuti siano ancora in corso e nessuna relazione è stata ancora depositata.

La notizia era stata invece diffusa nel corso di una trasmissione televisiva da Fabio Buzzi, responsabile dell’unità operativa di medicina legale e scienze forensi del dipartimento di sanità pubblica dell’Università di Pavia, che ha detta di Previderè “non ha ricevuto alcun incarico di consulenza dalla Procura di Bergamo“.