Veronica Panarello, la mamma del piccolo Andrea Loris Stival, accusata di omicidio in seguito alla morte del figlio, ha trascorso la prima notte in cella, in regime di isolamento e sorvegliata a vista, per problemi di sicurezza. Al suo arrivo nell’istituto penitenziario la donna è stata infatti minacciata e insultata dalle altre carcerate presenti nell’istituto.

Intanto non si dà pace il marito della Panarello, assolutamente convinto che sia stata proprio sua moglie ad aver ucciso Andrea Loris: “Ci sono troppe coincidenze contro di lei. Se è stata mia moglie deve pagare, non si può fare questo ad un bambino“. L’uomo aveva inizialmente difeso sua moglie, quando ma quando Veronica Panarello è stata formalmente accusata di omicidio, avrebbe detto: “E’ stata lei, tenetemela lontana!“.

La donna non è stata “abbandonata” solo da suo marito ma anche da tutta la sua famiglia. La sorella Antonella le ha riservato parole molto dure, andando a pescare anche episodi del passato, che hanno riportato a galla ferite probabilmente mai sanate, anche nei confronti della madre della Panarello. La sorella racconta infatti che Veronica ha accusato la madre di averla abbandonata, quando in realtà sarebbe stata lei ad allontanarla: “E’ stata lei a lasciare sola nostra mamma; lei era una madre affettuosa e presente con i suoi figli. Non ha più voluto avere rapporti con lei“.

LEGGI ANCHE

Omicidio Loris: auto della madre ripresa vicino al Mulino Vecchio

Andrea Loris: fermata la madre per l’omicidio del figlio

Omicidio Loris: l’inviato di ‘Chi l’ha visto’ trova l’arma del delitto