Negli scorsi giorni avevano fatto scalpore le dichiarazioni di Veronica Panarello. La giovane donna, in carcere con l’accusa di aver ucciso il figlio Loris Stival, ha cercato di dare la responsabilità dell’omicidio a suo suocero, il nonno del bambino Andrea Stival.

In un’intervista con il programma di Rai 1 Porta a Porta, il nonno di Loris ha dichiarato di essere innocente e non solo. Sembra che l’uomo abbia anche intenzione di querelare Veronica Panarello per l’accusa infamante che gli ha rivolto di aver ucciso il bambino perché questi avrebbe scoperto la relazione tra loro due.

Veronica Panarello alcuni giorni fa aveva dichiarato che tra lei e il suocero Andrea Stival c’era una relazione e che sarebbe lui l’autore dell’omicidio di Loris. “È stato mio suocero Andrea Stival, il mio amante, a uccidere Loris con un cavo elettrico. […] “Loris lo ha ucciso mio suocero. Ho ricordato tutto quando sono andata al cimitero, ma non l’ho detto prima perché avevo paura che uccidesse anche il bimbo più piccolo”.

Dopo le parole della Panarello alla psicologa della prigione in cui è incarcerata, Andrea Stival aveva replicato: “Sono tranquillo, la mia posizione è stata vagliata da investigatori e magistratura”. L’uomo aveva inoltre negato di avere avuto alcuna relazione con la nuora Veronica Panarello, liquidandola come la “ennesima follia della donna. La sua ricostruzione irrilevante frutto della sua fantasia, e non lo dico io, ma lo dicono gli atti del processo. Per il resto le sue dichiarazioni sono tutto un falso, una grande bugia. L’ennesima”.

Adesso Andrea Stival è tornato a parlare. In un’intervista a Porta a Porta, Andrea Stival ha dichiarato di non essere coinvolto nella morte del nipote Loris: “Non ho ucciso Loris. Lui era una parte di me. Sono pronto a confrontarmi con Veronica in carcere”.

Il nonno di Loris ieri sera nel programma di Bruno Vespa ha inoltre dichiarato: “Sto soffrendo la tragedia di questo piccolo angelo. Volevo un bene dell’anima a quel bambino. Ho sempre voluto bene ai miei nipoti. Questo sono io”.

Quanto alle accuse rivolte dalla Panarello nei suoi confronti, ha replicato affermando: “È l’ennesima bugia di tutto un racconto che ha falsificato dal primo momento. Persone tirate in ballo, ma per che cosa? Dia pace a quell’angelo e si dia pace, che dica le cose come stanno, senza tirare in ballo persone che non c’entrano nulla. È una cosa fuori dal mondo”.

Il legale del nonno di Loris, Francesco Biazzo, ha quindi informato dell’intenzione da parte di Andrea Stival di denunciare la Panarello per diffamazione, però “occorre che prima siano depositati gli atti nel procedimento in corso davanti al Gup, in cui siamo presenti come parte civile e come tale siamo tenuti ad essere informati su eventuali sviluppi. Che al momento non ci sono”.