Nuove prove sul caso dell’omicidio del piccolo Loris. Il papà, Davide Stival, come riporta il settimanale Giallo, avrebbe consegnato gli investigatori una cintura appartenuta al bambino e un paio di forbici da elettricista.

Secondo gli inquirenti queste sono prove cruciali che potrebbero una volta per tutte risolvere il caso.

La conferma dell’avvocato

Anche Daniele Scrofani, il legale di Davide Stival, avrebbe confermato l’indiscrezione lanciata dal settimanale:

“Ha notato la cintura a casa normalmente riposta, -racconta l’avvocato- e ha detto: ‘Ma questa cintura era quella che metteva sempre il bambino’. A questo punto, insieme ad una forbice, che non era stata ancora sequestrata, lui l’ha portata alla polizia e la magistratura l’ha già sottoposta ad un accertamento tecnico irripetibile che è stato effettuato il 29 gennaio a Palermo”.

Foto: Settimanale “Giallo”