Salvatore Parolisi è comparso in aula all’Aquila il 25 settembre per la prima udienza del processo d’appello sull’omicidio di Melania Rea, uccisa il 18 aprile 2011. In primo grado Parolisi è stato condannato all’ergastolo per l’omicidio della moglie. Parolisi si è sempre dichiarato innocente.

In apertura di udienza Nicodemo Gentile, difensore del caporalmaggiore degli Alpini, ha dichiarato: “Chiediamo una discussione pacata, di tutti gli elementi attraverso una rivisitazione di tutti i passaggi, le testimonianze, le perizie, le consulenze, perché sinceramente l’approccio del primo giudice è stato emotivo” (foto by InfoPhoto).

Michele Rea, fratello di Melania, ha dichiarato ai giornalisti: “Vogliamo la verità, la giustizia. In primo grado tutto questo è arrivato ma non perché cercassimo un colpevole qualunque; volevamo il colpevole ed è stato trovato in Salvatore Parolisi. Ci aspettiamo la stessa condanna anche in secondo grado”.