Meredith Kercher venne uccisa da due coltellate e quella mortale fu inferta da Amanda Knox. L’altra coltellata fu di Raffaele Sollecito. Ad annunciarlo i giudici di Firenze, che hanno diffuso le motivazioni della condanna di gennaio degli ex fidanzati. I tre (Amanda Knox, Raffaele Sollecito e Rudy Guede) sono ugualmente responsabili dell’omicidio. Amanda e Raffaele sono stati condannati a 28 e 25 anni.

La Corte d’Appello di Firenza ha ricostruito, dunque, l’omicidio della studentessa americana: Amanda Knox, Raffaele Sollecito e Rudi Guede “collaborarono tutti per il fine che si erano proposti: immobilizzare Meredith e usarle violenza”. Il movente? Un litigio fra Amanda e Meredith; esclusa, dunque, la volontà di agire e fare una violenza di gruppo. A Perugia i due ex fidanzati furono condannati in primo grado a 25 e 26 anni di carcere, poi furono assolti in Appello. 16 anni, con rito abbreviato, per Rudy Guede.

LEGGI ANCHE

Processo Meredith storia: l’omicidio della studentessa inglese in via della Pergola

Omicidio Meredith: vicini al giorno della verità

Processo Meredith Sentenza: condannati Amanda Knox e Raffaele Sollecito