“Da diversi giorni monitoriamo la rotta delle varie navi delle Ong e abbiamo notato con stupore ed immensa perplessità come si spingano fino a poche miglia dalle coste libiche”, questa la denuncia di Fabio Cantarella, responsabile per la comunicazione in Sicilia del movimento Noi con Salvini, tra i fedelissimi di Matteo Salvini.

 Migranti, riflettori accesi sulle Ong

“Abbiamo ricostruito i tragitti di alcune navi delle Ong e si è tentati di pensare che si tratti di un servizio charter, che porta il carico di migranti in Sicilia per alimentare quel sistema di ‘accoglienza’ che alimenta le cooperative vicine alla sinistra democratica e accogliente” ha aggiunto l’avvocato Cantarella.

Tra le navi prese in esame – come si evince dalle immagini diffuse da Cantarella – ci sono la “Phoenix” del “Moas”, la “Vos Hestia” di “Save The Children” e la “Vos Prudence” di “Medici Senza Frontiere”. Tra l’altro proprio ieri – in Sicilia – sono sbarcati poco più di mille migranti: 419 a Pozzallo (Ragusa), 295 ad Augusta (Siracusa) e 314 a Catania.

Migranti, la destra attacca

Anche i partiti di destra attaccano l’operato delle Ong. Giorgia Meloni, intervenendo a Catania, cita il caso Soros, sostiene il Procuratore di Catania Zuccaro (che ha messo in dubbio l’operato di alcune organizzazioni) e chiede il blocco navale in Libia.