Addio all’ora legale, stanotte è tornata quella solare che ci farà dormire un’ora in più. L’ora legale – che ci ha fatto risparmiare circa 110 milioni di euro – tornerà il 25 marzo 2018. Il cambio è avvenuto alle tre di notte: ora sarà necessario spostare indietro le lancette di tutti gli orologi a lancette mentre per quanto riguarda pc e smartphone l’ora dovrebbe cambiare automaticamente, anche se i dispositivi non sono collegati ad internet. Ma è sempre bene controllare. Un passaggio, quello dall’ora legale a quella solare, che non riguarda solo il nostro Paese ma anche tanti altri paesi occidentali. A non aderire, invece, sono Russia, India e Argentina.

Secondo quanto rilevato dalla società che gestisce la rete elettrica nazionale, dal 26 marzo 2017,“grazie a quell’ora quotidiana di luce in più che ha portato a posticipare l’uso della luce artificiale, l’Italia ha risparmiato complessivamente 567 milioni di kilowattora, ovvero quanto il consumo medio annuo di elettricità di oltre 200 famiglie”. Dati alla mano, considerando che in quel periodo un kilowattora è costato in media al cliente domestico tipo circa 19,5 centesimi di euro al loro delle imposte “il risparmio economico per il sistema relativo al minor consumo elettrico nel periodo di ora legale per il 2017 è stato pari a 110 milioni di euro“.