Un terribile incidente ha sconvolto l’intera comunità di Pradleves, un piccolissimo centro in provincia di Cuneo, in alta Valle Grana. Un giovane ventisettenne sta rischiando la vita per aver bevuto casualmente del detersivo per lavastoviglie, versato per sbaglio al posto dell’acqua dalla cameriera di un bar.

Si tratta di Mario Spavone di Pinerolo, dipendente della “Prime Work”, una società di Chieri che offre servizi per le onoranze funebri del Piemonte. Lunedì scorso il giovane era in pausa durante una cerimonia funebre e, con altri suoi colleghi, si è recato nel bar di un albergo ristorante sulla piazza del Municipio per un semplice caffè. L’errore fatale di Spavone è stato bere un sorso di presunta acqua versata dalla cameriera che, invece, gli ha servito un bicchiere pieno di liquido di lavastoviglie conservato nel frigo in una bottiglia. Immediatamente Mario è stato colto da attacchi di vomito, la lingua e le labbra sono diventate rosse e il viso si è fatto pallido. L’arrivo dell’ambulanza è stato tempestivo e, inizialmente, i parametri vitali del ragazzo sono sembrati normali anche se, con l’arrivo nell’ospedale “Santa Croce” di Cuneo, le sue condizioni sono peggiorate. Ricoverato nel reparto di Rianimazione, i medici hanno deciso di indurlo nel coma farmacologico. Intanto sono partite le indagini da parte dei carabinieri di Pradleves, la bottiglia è stata sequestrata e la barista è stata accusata per lesioni colpose.