Non ha risposto alle chiamate del 911, l’equivalente del 118 italiano, perché troppo intenta a ordinare della pizza. È la storia che coinvolge un’operatrice delle emergenze negli Stati Uniti, la quale per ben 8 minuti non ha risposto alle telefonate urgenti dei cittadini di Broward County, in Florida. Fra questi le richieste di una ottico di zona, in attesa di soccorsi per un paziente in preda alle convulsioni.

Il tutto è accaduto lo scorso settembre quando l’operatrice, così come riportano le fonti statunitensi, ha utilizzato le linee d’emergenza per ordinare delle pizze per sé e per i propri colleghi. La telefonata è stata però registrata, così come consuetudine per tutte le chiamate effettuate sulle linee del 911. Mentre la donna occupava il telefono, sembra che un ottico di Fort Lauderdale abbia tentato invano di chiedere soccorso, a seguito di un malore improvviso di un proprio assistito. «Ha cominciato ad avere le convulsioni ed è collassato, cadendo dalla sedia per la visita – così ha commentato l’operatrice Jared Goodman – credevo vi fosse più di una persona a rispondere al 911. Non posso credere vi sia solo un’operatrice». Così come l’emittente locale Fox 32 Chicago riporta, non vi sono “plausibili spiegazioni” per il comportamento della donna. Quando le linee sono occupate, infatti, esistono segnali sonori e luminosi per avvertire della presenza di chiamate urgenti, in attesa di immediata risposta. L’operatrice è stata punita con una lettera di richiamo formale.

Fonte: Telegraph