Ha davvero dell’incredibile quello che è accaduto al Whitewater Center, un noto parco acquatico dei divertimenti nel North Carolina. All’interno del parco stesso sarebbero state rinvenute tracce della presenza di quella che viene definita come ameba mangia cervello. Quest’ultima è in grado di entrare all’interno dell’organismo servendosi dell’apertura delle cavità nasali e finisce poi con l’essere letale.

L’ameba mangia cervello, che in genere si trova in acqua dolci e stagnanti, provoca un’infiammazione in grado di annientare i tessuti cerebrali. Si tratta di una malattia chiamata meningoencefalite ed è proprio questa terribile conseguenza ad aver fatto affibbiare la qualifica di ameba mangia cervello a questo essere vivente.

La sua presenza all’interno del parco acquatico Whitewater Center ha costretto i responsabili della struttura a chiuderla temporaneamente. La decisione è stata presa in seguito alla morte di un ragazzo proveniente dall’Ohio, che sarebbe stato colpito proprio dalla temibile ameba mangia cervello. Il ragazzino era andato a trascorrere qualche giorno di vacanza presso il parco e per sua sfortuna è stato colpito dalla Naegleria Fowleria, ossia quella che viene comunemente chiamata ameba mangia cervello.

In seguito alla conferma delle analisi, che hanno rinvenuto tracce del Dna dell’ameba, la drastica ma inevitabile chiusura del parco acquatico. La chiusura sarà temporanea, giusto il tempo di permettere la bonifica dell’area ma di certo la struttura subirà gli strascichi di quanto successo al giovane colpito dalla malattia mortale provocata dal parassita.