Orrore in sala parto a Roma dove un uomo di 38 anni, somalo, in Italia da alcuni anni e con diversi precedenti, avrebbe prima rubato in un magazzino dell’ospedale Sant’Eugenio, sito nella Capitale, indossando l’uniforme verde da infermiere e, dopo essere riuscito ad entrare di nascosto in sala parto, avrebbe tentato di violentare una donna. La vittima ha 43 anni e stava per partorire quando sarebbe stata vittima di un tentato stupro in sala parto. Doveva essere il giorno più bello della sua vita e, invece, si è trasformato in un incubo. L’uomo è stato immediatamente arrestato con l’accusa di violenza sessuale aggravata e furto. La difesa quasi sicuramente chiederà la perizia psichiatrica.

Stando ad una prima ricostruzione degli inquirenti romani, l’uomo avrebbe palpeggiato la 43enne facendo scattare la reazione della donna che, iniziando ad urlare, ha richiamato l’attenzione dei sanitari presenti. Immediato l’intervento degli infermieri e di un medico che hanno allertato le forze dell’ordine e posto fine all’abuso.

Il tentato stupro sarebbe stato consumato il 31 dicembre, l’ultimo giorno del 2017. Ora i giudici della quinta sezione penale di Roma hanno convalidato l’arresto e disposto la misura della custodia cautelare in carcere per il 38enne. Il processo a carico dell’aggressore è stato fissato per il 10 gennaio.