Con un tempismo accuratamente studiato, mentre Barack Obama parlava all’Onu, è stato diffuso in rete il video dell’ostaggio francese ucciso in Algeria dal gruppo terrorista islamico Jund al-Khilafa, affiliato all’Isis. Ancora una decapitazione, questa volta l’obiettivo politico è la Francia. Il video diffuso dai terroristi inizia con le parole: “Messaggio di sangue al governo francese“. La vittima si chiama Hervé Gourdel. Era una guida alpina di 55 anni. Insieme a lui è stato ucciso allo stesso modo un ostaggio tuareg. Gourdel era stato rapito domenica 21 settembre, mentre stava facendo trekking sulla Cabilia, regione montuosa algerina. Il governo francese ha confermato l’autenticità del video.

La Francia ha avviato nello scorso fine settimana gli attacchi aerei in Iraq contro le basi dell’Isis, il gruppo terroristico che vuole instaurare un califfato islamico in Iraq e Siria. Il presidente François Hollande, anch’egli a New York all’Onu, ha dichiarato: “Non cediamo ai ricatti. La Francia non fermerà le operazioni militari per annientare lo stato islamico. Il terrorismo non ha frontiere“.

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama, poco prima che venisse diffuso il video, parlando all’assemblea dell’Onu, aveva dichiarato: “Il gruppo terroristico conosciuto come l’Isis deve essere distrutto. Già 40 paesi si sono offerti di unirsi alla nostra coalizione e chiedo al mondo di unirsi al nostro sforzo“. Il consiglio di sicurezza delle Nazioni unite ha approvato all’unanimità una risoluzione che vincola tutti i paesi a frenare il flusso di jihadisti stranieri che vanno in Siria e Iraq a combattere per l’Isis. Tuttavia non è stata esplicitamente approvata alcuna azione militare.

Nel video qui sotto vi proponiamo solo i frammenti meno cruenti della decapitazione di Hervé Gourdel. Chi fosse interessato a vedere l’intera clip, può cercarla su Vimeo.

Foto: profilo Facebook