La Protezione Civile aveva preannunciato una forte ondata di maltempo, e puntualmente le previsioni meteo si sono rivelate esatte: nella giornata di ieri sono state due le trombe d’aria che hanno spazzato la zona del litorale di Ostia, provocando non pochi disagi alla popolazione.

Intorno a mezzogiorno una tromba marina si è manifestata a qualche centinaio di metri dalla costa, per poi dirigersi verso l’interno, soffermandosi in particolare su Ostia e Fiumicino.

Le conseguenze sono state avvertite fino a Roma, dove le piogge battenti ha provocato ampi allagamenti, con ricadute sul traffico: paralizzate via Colombo e Muro Torto, con rallentamenti anche su via Tiburtina a causa della caduta di alcuni alberi sulla carreggiata (incidenti simili si sono ripetuti anche a Ostia).

La circolazione delle vetture si è bloccata anche su via Pontina a causa di vari tamponamenti, ma sono state molte le arterie stradali impraticabili in seguito all’innalzamento del livello dell’acqua, talmente alta da scavalcare i marciapiedi e arrivare fino ai negozi.

L’aeroporto di Fiumicino ha invece fatto registrare molti ritardi a causa delle condizioni meteo avverse e della scarsa visibilità, mentre la scuola di via Mar dei Caraibi di Ostia è stata evacuata dopo che la mensa e gli altri locali sono risultati completamente allagati.

La Protezione Civile ha lanciato un allarme meteo della durata di 24 ore a causa di una nuova ondata di maltempo su tutta la Regione: sono infatti previste per le prossime ore piogge intense, grandinate, violente raffiche di vento e fulmini.