Il ministro dell’economia e delle finanze Pier Carlo Padoan ha annunciato l’imminente approvazione di un nuovo pacchetto di misure a sostegno delle imprese. I piani del Ministero dell’Economia sono stati svelati dal ministro in un videomessaggio registrato per la giornata inaugurale del Festival Città Impresa, in corso a Vicenza.

Padoan non si è sbottonato eccessivamente sul nuovo pacchetto di misure, ma ha anticipato che i tempi per l’approvazione del piano per la crescita saranno ristretti. Le nuove misure verranno formulate dai tecnici del MiSE già nelle prossime settimane. L’obiettivo delle nuove misure è comunicare al tessuto imprenditoriale italiano un messaggio di stabilità e fiducia, traducendo in norme di facile applicazione le richieste che arrivano dal settore. Padoan ha manifestato l’intenzione del Governo di mantenere vivo il dialogo instaurato con le imprese, con l’obiettivo di approvare strumenti a sostegno della crescita sempre più efficaci e attrarre nuovi investimenti.

Pacchetto per la crescita annunciato da Padoan avrà 4 filoni

Il consigliere del ministro dell’economia Stefano Scalera ha svelato che il pacchetto di misure, che comprenderà anche norme già in vigore, si articolerà in 4 filoni: il primo riguarderà l’internazionalizzazione, per favorire la crescita del made in Italy sui mercati esteri; il secondo si occuperà di ricerca, sviluppo e innovazione con l’abbattimento del 40% delle imposte sui brevetti; il terzo favorirà l’ampliamento delle aziende; il quarto introdurrà semplificazioni e nuove strutture finanziarie destinate alle start-up e alle piccole imprese.

Nel videomessaggio il ministro dell’economia ha tenuto a ricordare i risultati ottenuti finora dal Governo sul fronte della crescita economica del Paese:

Il filone finanza per la crescita ha prodotto diversi risultati e alcuni di questi già cominciano a produrre effetti visibili sull’attività di investimento, sulla diversificazione delle fonti di finanziamento, sul miglioramento della governance delle imprese, sull’attrattività in generale per gli investimenti, anche esteri, da parte del nostro Paese.

Risultati che verrano esposti nel documento di economia e finanza dell’esecutivo atteso per i prossimi giorni:

Il testo conterrà evidenze aggregate macroeconomiche dell’impatto positivo delle misure che abbiamo già preso e quindi un’indicazione del possibile impatto delle nuove misure che saranno adottate.

L’annuncio di Padoan arriva a pochi giorni dalle dure critiche mosse dal ministro all’UE, accusata di frenare la crescita nazionale con normative eccessivamente limitanti:

Queste regole, imponendo all’Italia aggiustamenti dolorosi, le recano maggior danno che ad altri Paesi, e questo non mi va bene.

Padoan in un’intervista concessa al quotidiano francese Le Figaro ha ricordato che le richieste di maggiore flessibilità avanzate dall’Italia all’UE sono del tutto legittime, in quanto previste dalla stessa normativa comunitaria:

Il nostro Paese è quello che ha fatto gli sforzi di aggiustamento più intensi della sua politica di bilancio.