Decide di pagare una nuova automobile in monetine, presentandosi dal concessionario con un furgoncino carico di denaro. Succede in Cina, nella provincia Liaoning, dove un uomo ha speso circa 10.000 euro suddivisi in 680.000 monete. Non sembra essere la prima volta, però, che una simile impresa viene condotta a termine nel paese asiatico.

Un peso di circa quattro tonnellate, per un furgoncino ricolmo di 1.320 pacchetti, per un totale di 680.000 monete, di cui 660.000 da 1 yuan. Pare siano serviti 10 dipendenti, e svariate ore di lavoro, per conteggiare tutto il denaro. E le questioni non sembrano essere finite, poiché sembra che gli istituti bancari richiedano dei depositi extra per accumulare tutto quella moneta sonante. Ignote le generalità del compratore, nonché le motivazioni alla base di una simile scelta.

Come già anticipato, tuttavia, non è la prima volta che una simile impresa accade sul suolo cinese. Lo scorso gennaio, un acquirente ha comprato un’automobile da circa 7.000 euro, pagando con 150 chili in monetine.

Fonte: Metro