Un nuovo caso conferma un trend del tutto singolare in Cina: quello di pagare l’automobile in contanti. Dopo il caso dell’acquirente pronto ad acquistare la sua vettura in monetine, presentandosi dal concessionario con un furgone ricolmo a seguito, un connazionale ha optato per un sistema analogo. Dopo aver scelto un’auto da 80.000 yuan, poco più di 11.000 euro, il cliente si è presentato armato di scatoloni ricolmi di banconote di piccolo taglio.

Di primo acchito, così come riportano le fonti cinesi, il concessionario avrebbe voluto bloccare l’affare. Ma, dato il valore della vettura, ha deciso di procedere comunque alla compravendita e di mettere il suo staff all’opera, per lunghe ed estenuanti ore di conteggio per ogni singola banconota. Un totale di 500 chilogrammi in denaro, con biglietti da pochi centesimi ciascuno, scelti appositamente tra i valori più piccoli disponibili fra la valuta cinese. «Non ho mai visto così tante banconote nella mia vita», ha spiegato il concessionario, sito nella città di Zhangjiang, senza però svelare quante ore effettivamente siano servite per controllare l’insolito bottino. Banconote che, poi, sono state trasportate tramite un furgone presso una banca locale, per il deposito finale.

Fonte: Metro