Un nuovo terribile attentato terroristico sta sconvolgendo in queste ore il mondo. La situazione al momento non è ancora del tutto chiara, ma sembra che un commando di terroristi armati abbia fatto irruzione in un’università del Pakistan, provocando un bilancio davvero pesante.

Secondo quanto riportano alcune fonti, fino ad ora ci sarebbero almeno 20 morti, di cui 3 terroristi autori dell’attacco, oltre a una cinquantina circa di feriti. Il bilancio per adesso è ancora provvisorio e incerto, visto che altre fonti riportano 6 vittime.

In attesa di maggiori dettagli, questo sembra comunque destinato ad essere l’attacco terroristico più devastante subito dal Pakistan dal 16 dicembre del 2014, giorno in cui un gruppo composto da 7 terroristi talebani fece una strage in una scuola frequentata dai figli dei militari, portando alla morte di più di 150 persone, soprattutto bambini.

La situazione in Pakistan era tornata allarmante però già negli scorsi giorni. In un sobborgo di Peshawar, la settimana scorsa era stato infatti compiuto un attentato suicida che aveva causato 10 vittime.

Stando alle prime ricostruzioni di questo nuovo terribile attentato avvenuto in Pakistan in un’università della provinica di Khyber Pakthunkwa, i terroristi avrebbero ferito quattro uomini della sicurezza del campus e poi avrebbero iniziato il loro massacro.

Tra gli studenti che sono riusciti a scappare alla strage, alcuni raccontano che “i morti sono molto numerosi”, anche se vi è incertezza sull’effettivo numero delle vittime. Non è chiaro nemmeno il numero dei terroristi assalitori dell’università nel Pakistan, che secondo alcune fonti sarebbero stati almeno 4 uomini, di cui 3 pare siano stati uccisi nello scontro a fuoco avvenuto con gli agenti della polizia intervenuti sul posto.

Pare inoltre che l’attacco nell’università Bacha Khan a Charsadda, nella zona nordoccidentale del Paese, a circa 35 chilometri da Peshawar, iniziato alle 9:30 di mattina locali, quando qui in Italia erano le 5:30, sia finito da poco, fermato dall’intervento della polizia del posto. L’attentato è già stato rivendicato da Tehreek-e-Taliban Pakistan (TTP), ovvero i Talebani del Pakistan.