Un assalto da parte di un commando armato, del quale ancora non si sa l’origine, ha portato all’uccisione di 9 turisti stranieri (cinesi, russi e ucraini) e le guide che si stavano preparando alla scalata del Nanga Parbat, in Pakistan.

L’assalto è avvenuto in un hotel della regione del Kashmir, zona contesa dall’India che i pakistani chiamano provincia settentrionale di Gilgit-Baltistan. Gli assalitori, prima dell’arrivo della polizia, sono riusciti a fuggire. Il Nanga Parbat è la nona più alta vetta del mondo nell’Himalaya (8.126 metri). Il vice ispettore generale della polizia di Gilgit, Ali Sher: “L’incidente è avvenuto subito dopo la mezzanotte, quando terroristi ignoti hanno fatto irruzione nell’hotel sparando ai turisti che vi si trovavano”.