È stato arrestato, in flagranza di reato, un cittadino pakistano, classe 1984 e domiciliato al C.A.R.A. di Mineo, con l’accusa di violenza sessuale nei confronti di una cittadina nigeriana che, qualche tempo fa, aveva sporto denuncia presso il posto di polizia del centro per richiedenti asilo.

Pakistano incastrato dalla denuncia della donna

La giovane donna ha dichiarato di essere stata oggetto di violenza sessuale da parte dell’uomo (oggi arrestato), il quale – dopo aver divelto la porta d’ingresso dell’alloggio della vittima – l’avrebbe schiaffeggiata e denudata per poi abusarne sessualmente.

Pakistano è domiciliato al Cara di Mineo

L’aggressore è stato fermato da un inquilino della donna che, rientrando in quell’abitazione per raggiungere la sua stanza al Cara di Mineo, è stato attratto dalle urla della malcapitata e, andando in suo aiuto, le ha tolto di dosso l’uomo trascinandolo all’esterno dello stabile. Una scena raccapricciante che la donna ha raccontato alla Polizia e che, oggi, ha portato al suo arresto per violenza sessuale.

L’aggressore ha 33 anni

Il pubblico ministero ha espresso parere favorevole all’arresto dell’aggressore poiché – scrive la Questura di Catania - “è plausibile ritenere che l’arrestato commetta altri delitti della stessa specie”.