Il Palazzo del Quirinale da oggi è aperto ai visitatori che potranno ammirare i tesori custoditi negli splendidi saloni: dagli affreschi ai lampadari alle collezioni di ceramiche di valore inestimabile.

Per visitare il Quirinale occorre prenotare almeno 5 giorni prima della visita, online, presso l’infopoint o contattando il call center al numero 06 39.96.75.57. Le visite guidate al Quirinale prevedono 2 percorsi, uno breve, di circa un’ora e mezza, per cui si paga solo la prenotazione, e uno più lungo, al costo di 10 euro.

I gruppi saranno composti da non più di 30 persone. Per accedere è necessario presentare un documento d’identità valido. Il Quirinale sarà aperto tutti i giorni, a esclusione del lunedì e del giovedì. I minori di 12 anni potranno entrare solo se accompagnati da un adulto.

Ad accompagnare i visitatori saranno i volontari: personale del Quirinale, studenti dell’Università La Sapienza e soci del Touring Club Italiano.

Nel corso della cerimonia per l’apertura al pubblico del Quirinale, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ha sottolineato l’importanza di aprire le porte del Palazzo ai cittadini italiani e ai turisti:

L’apertura al pubblico è un modo di rendere questo Palazzo ancora più concretamente la casa di tutti nel nostro Paese. Sarà una bella squadra quella che, di volta in volta, accompagnerà i visitatori.

I tesori del Quirinale: dal testo della Costituzione al salottino Napoleonico

I visitatori potranno visitare una mostra che narra la storia del Palazzo, ammirare il testo originale della Costituzione, visitare le antiche scuderie papali, che contengono oltre 100 carrozze, e passeggiare negli immensi giardini.

Saranno aperte al pubblico, tra le altre sale, anche la cappella Paolina; lo studio del Presidente della Repubblica; il salottino Napoleonico; la Biblioteca del Piffetti e il Passaggetto di Urbano VIII.

Mattarella ha disposto il trasloco di numerosi uffici in un’unica ala per permettere ai visitatori di accedere a un’area più vasta del Palazzo. Finora il Quirinale era stato aperto al pubblico solo alcuni fine settimana e con un percorso decisamente più limitato.