Clima di tensione in provincia di Palermo, dove il caldo delle ultime ore (con picchi di temperatura fino a 40 gradi) e le raffiche di vento dello scirocco hanno dato luogo a dozzine di incendi divampati nella serata.

Sono diversi i comuni che si trovano a combattere con i roghi: i più colpiti sono Collesano, Bisaccquino, Terrasini e Gratteri. Problemi riscontrati anche per la viabilità, dato che il fumo ha raggiunto persino alcune strade statali.

A Collesano le fiamme sono arrivate al confine con il centro abitato, tanto da sfiorare alcune case periferiche, poi fatte evacuate. Ben dieci le squadre dei vigili del fuoco arrivate a contenere l’incendio, aiutate da due automezzi e due Canadair.

Il comandante dei vigili del fuoco di Palermo, Giampiero Boscaino, descrive una situazione molto difficile, proprio a causa delle violente raffiche di vento che stanno battendo la zona: “Purtroppo il vento non ci permette di proseguire con i lanci dei Canadair, quindi al momento siamo stati costretti a fermare i voli“.

Nella zona di Gratteri si rileva la distruzione di numerosi ettari di bosco, con la macchia mediterranea che sta recedendo anche a Terrasini e Cafalù. Ieri i vigili erano già intervenuti a Monreale, Partinico, Cefalù, Balestrate e Alia.

La protezione civile locale ha diffuso un avviso per tutti i cittadini: nella giornata odierna si riscontrano ancora possibilità di incendi e ondate di calore, portando l’allerta a livello due, in quanto le condizioni meteo potrebbero avere effetti negativi sulla salute della popolazione a rischio.