Succede a Palermo, nel quartiere di Borgo Nuovo dove un banale diverbio tra vicini di casa è finito in tragedia, nel sangue. Alla base del gesto futili motivi, forse per panni stesi che avrebbe talmente infastidito Francesco Lo Monaco al punto da sparare uccidendo il vicino di casa e ferendolo l’altro. Subito dopo si è barricato in casa, attendendo l’arrivo dei militari che lo hanno subito ammanettato.

Palermo, la vittima aveva 68 anni

La famiglia della vittima, prima dell’atroce delitto, aveva allertato il 112 che era intervenuto per calmare gli animi e scongiurare il peggio. Peccato che la lite sia proseguita nel pomeriggio fino a sfociare nel sangue. L’omicida, infatti, avrebbe impugnato una pistola e avrebbe ucciso il vicino di casa, Vincenzo Barbagallo di 68 anni, ferendo anche suo figlio Domenico di 48 anni.

Palermo, l’aggressore lancia la pistola dalla finestra

I militari, appreso dell’omicidio, hanno fatto irruzione nell’appartamento dell’omicida al fine di arrestarlo. Alla vista dei militari, stando alle prime ricostruzioni, l’uomo avrebbe tentato di disfarsi della pistola lanciandola dalla finestra. I Carabinieri, intanto, avevano rinvenuto due cartucce non ancora esplose.