Clamorosa estromissione all’interno del partito dei Radicali Italiani: Marco Pannella ha infatti cacciato Emma Bonino. Ad annunciare il sorprendente “divorzio” è stato il leader del movimento politico nel corso di una trasmissione radiofonica.

Durante il programma radiofonico di Radio Radicale condotto da Massimo Bordin, Marco Pannella a sorpresa ha dichiarato: “Emma Bonino non opera più da militante e da esponente radicale. Perché ha contatti con tutto il mondo tranne che con noi. Per lei il problema è quello di continuare a far parte del jet set internazionale”.

Nella trasmissione, Marco Pannella si è lamentato di come Emma Bonino, almeno secondo lui, negli ultimi tempi non si sia più dedicata al partito Radicale. Pannella ha detto: “Tunisia, Marocco… Emma Bonino corre da una parte all’altra. Ma che ca… faccia davvero lo sappiamo solo dalle indiscrezioni di qualcuno”. Per poi aggiungere una frecciatina avvelenata: “La signora Bonino lavora molto. E mai da noi”.

E poi ancora Marco Pannella ha affermato che: “La Bonino può andare in qualsiasi posto, io no. Io sto cercando di andare dal presidente della Repubblica, che è molto impegnato. Se è lei che vuole un appuntamento, lo ottiene in cinque minuti”.

Dietro al divorzio politico tra Pannella ed Emma Bonino potrebbe esserci anche un misterioso libro. Pannella ha infatti dichiarato: “Non ritengo che Bonino combatta la nostra battaglia. Perché Emma telefonò a mezza Italia del potere per impedire la pubblicazione di un libro. […] Emma disse che se fosse stato pubblicato il libro si sarebbe dimessa. Ha fatto pressioni per non farlo uscire”. Il riferimento sembra essere al libro che il radicale Matteo Angioli avrebbe realizzato con l’aiuto di Angiolo Bandinelli e Carlo Ripa di Meana.

Parole che sono arrivate del tutto inaspettate e che non hanno atteso molto per trovare una replica. Emma Bonino ha risposto inizialmente dichiarando: “È una giornata molto complicata, preferisco non parlare”. Però poi ha parlato e a proposito del libro ha risposto: “Il libro che non avrei fatto uscire? Chiedete a Pannella”. Riguardo alla sua espulsione dal partito dei Radicali annunciata da Pannella ha invece detto: “Ma siete scemi? Io sono iscritta a quel partito a 2.500 euro al mese. Duemilacinquecento euro al mese”.