Tutto esaurito per Benedetto XVI. L’ultimo Angelus (foto by Infophoto) del Papa dimissionario, domani mattina, richiamerà a Roma una folla inconsueta di fedeli. Tra i 200mila e i 250mila, secondo le previsioni ascolteranno le parole del pontefice, prima dell’ultima apparizione pubblica prevista nell’udienza del 27 febbraio. Dalle ore 20 di giovedì 28, infatti, la sede sarà vacante e inizieranno gli incontri in vista del Conclave che eleggerà il nuovo Papa entro Pasqua. O almeno così si spera.

Le richieste di voli con destinazione Roma sono quintuplicate, moltissime delle quali dall’estero, ovviamente. A questo numero già impressionante si aggiungerà, oltre a quello dei romani, anche quello di chi raggiungerà la Capitale in treno, in autobus e con la propria macchina. L’organizzazione dell’evento è già partita con piani di sicurezza e mobilitazione delle forze dell’ordine con oltre duemila agenti in strada. Trecento i volontari della Protezione Civile che assisteranno i pellegrini nei centri di accoglienza. Già pronti servizi di bus navetta, barellieri e ambulanze, e tende da campo.