E’ avvenuto ieri lo storico incontro tra i leader di Israele e Palestina, Shimon Peres e Abu Mazen. L’incontro era stato preannunciato durante il viaggio in Terra Santa di Papa Francesco (ve ne avevamo parlato qui) e si è svolto in territorio “neutro”, nei Giardini vaticani, dove i due leader si sono poi scambiati anche un abbraccio.

Papa Francesco si è proposto come mediatore, nella speranza di portare finalmente la pace in una terra martoriata da anni. Queste le sue parole: “Per fare la pace ci vuole coraggio, molto di più che per fare la guerra. Ci vuole coraggio per dire sì all’incontro e no allo scontro; sì al dialogo e no alla violenza; sì al negoziato e no alle ostilità; sì al rispetto dei patti e no alle provocazioni; sì alla sincerità e no alla doppiezza“.

Segnali di distensione anche da parte dei diretti interessati. Peres ha dichiarato: “Noi dobbiamo mettere fine alle grida, alla violenza, al conflitto. Noi tutti abbiamo bisogno di pace. Pace fra eguali“. Abu Mazen ha invece chiesto sicurezza, salvezza e stabilità per il popolo palestinese e per la sua regione.