Ultimo giorno in America Latina per Papa Francesco. Il pontefice sta terminando in Paraguay il suo tour nel Sud America e lunedì 13 luglio è previsto il suo rientro a Roma. La sua visita si è rivelata memorabile, tra regali curiosi e bagni di folla in tutte le nazioni toccate.

Nella capitale del Paraguay, Asuncion, il Papa ha avuto un incontro con Ana Maria e Mabel Careaga, le figlie di Esther Ballestrino, una donna paraguaiana “desaparecida” dal 1977 con la quale Francesco aveva lavorato in gioventù, quando aveva appena 17 anni. Alle due donne il pontefice ha regalato, tra le altre cose, una foto in cui è insieme alla madre.

Riguardo ad Esther Ballestrino, Papa Francesco ha dichiarato: “Esther mi ha insegnato a lavorare con cura sui test chimici, aveva tanta pazienza. Ma suscitò in me la curiosità per la politica mondiale. Mi prestava dei libri. Ricordo come se fosse oggi l’analisi geopolitica quando mi spiegò l’esecuzione dei coniugi Rosemberg. Sapeva dare spazio al dissenso, rispettava i punti di vista altrui”.

Durante l’omelia che ha tenuto presso il Santuario della Vergine di Caacupè, il Papa ha poi parlato dell’importanza del passato e della memoria: “Non perdere la memoria, le radici, le tante testimonianze che avete ricevuto di gente credente e messa a rischio dalle sue lotte”.

Papa Francesco ha inoltre voluto ringraziare le donne del Paraguay: “che con gran coraggio e abnegazione, avete saputo rialzare un Paese distrutto, sprofondato, sommerso dalla guerra. Voi avete la memoria, il patrimonio genetico di quelle che hanno ricostruito la vita, la fede, la dignità del vostro Popolo. Come Maria, avete vissuto situazioni molto ma molto difficili, che secondo una logica comune sarebbero contrarie ad ogni fede. Voi, invece, come Maria, spinte e sostenute dal suo esempio, avete continuato a credere, anche sperando contro ogni speranza. Quando tutto sembrava crollare, insieme a Maria vi dicevate: ‘Non temiamo, il Signore è con noi, è col nostro Popolo, con le nostre famiglie, facciamo quello che Lui ci dice.’ E lì avete trovato ieri e trovate oggi la forza per non lasciare che questa terra finisca nel caos. Dio benedica questa tenacia, Dio benedica e conforti la vostra fede, Dio benedica la donna paraguayana, la più gloriosa d’America”.