Papa Francesco ha presieduto nella basilica di San Pietro una messa per i parlamentari italiani nella mattinata del 27 marzo, poco prima d’incontrare il presidente degli Stati Uniti Barack Obama.

Il pontefice non è tuttavia stato tenero con la classe politica italiana, sebbene abbia parlato come sempre in generale. Durante l’omelia, riferendosi ai potenti dell’epoca di Gesù, Bergoglio ha detto che la classe dirigente “Si è allontanata dal popolo, si è chiusa nel proprio gruppo, partito, nelle lotte interne. In definitiva ha abbandonato il popolo“.

Francesco (foto by InfoPhoto) ha continuato aggiungendo: “Tutti siamo peccatori, tutti. Ma questi sono più di peccatori. Il cuore di questa gente si è indurito tanto che per loro è impossibile ascoltare la voce del Signore. Da peccatori sono scivolati in corrotti“.

Uno dei primi commenti è arrivato dal presidente della Camera, Laura Boldrini, in un tweet: “Messa con Papa Francesco, suo messaggio sferzata a classe dirigente che non deve trincerarsi, ma essere capace di ascoltare e dare risposte“.