Papa Francesco è a rischio attentato negli USA. L’allarme è stato lanciato da James Waters, a capo dell’unità anti-terrorismo del dipartimento della polizia di New York. In un’intervista rilasciata all’emittente televisiva CNN, Waters ha spiegato che la visita di Papa Francesco nella Grande Mela, in programma per venerdì prossimo, ha fatto scattare un’allerta senza precedenti delle forze anti-terrorismo. Bergoglio è infatti un obiettivo sensibile e per l’intelligence americano il compito di proteggerlo da attentati non è così semplice come potrebbe sembrare.

I servizi segreti infatti riescono a intercettare le organizzazioni terroristiche radicate sul territorio, monitorate da tempo, sventando attacchi messi in piedi da cellule organizzate e note e alle forze dell’ordine. Purtroppo l’intelligence ha meno potere sui cosiddetti lupi solitari, estremisti che agiscono da soli e senza preavviso, rendendo difficile ai servizi segreti intercettare la pianificazione di attentati e sventarli.

La preoccupazione di Waters è rivolta proprio ai terroristi solitari, cecchini che potrebbero appostarsi su un edificio e aprire il fuoco su Papa Francesco. Il luogo in cui pregherà Bergoglio è un obiettivo sensibile: si tratta infatti di Ground Zero, area in cui sorgevano le Torri Gemelle, rase al suolo da un attentato l’11 settembre del 2001. I simpatizzanti dell’ISIS residenti negli USA potrebbero emulare i jihadisti e cercare di colpire il Papa, simbolo della cristianità, nel cuore dell’America, fulcro dell’egemonia occidentale.

Papa Francesco a rischio attentato a New York: 5 mila agenti in campo per proteggere Bergoglio

I servizi segreti americani hanno preso tutte le precauzioni contro i lupi solitari, piazzando squadre che scruteranno in ogni angolo alla ricerca di cecchini. Saranno oltre 5 mila gli agenti dispiegati sul territorio. Il rischio di un attentato a Papa Francesco a New York è alto, come illustra lo stesso Waters:

Un active shooter, un lupo solitario, qualcuno che non è nei nostri radar è un qualcosa su cui vi è grande preoccupazione, perché non possiamo avere notizie di intelligence che qualcosa stia per accadere, ma può esserci un individuo che si alza e decide che quello è il giorno in cui colpirà.