Durante la sua visita in Calabria (ve ne avevamo parlato già qui), Papa Francesco ha fatto tappa a Cassano allo Jonio, città che nel mese di gennaio scorso è stata teatro del terribile omicidio del piccolo Cocò Campolongo e di suo nonno, nonché della barbarica uccisione del sacerdote Lazzaro Longobardi (avvenuta a due mesi di distanza dall’altro grave episodio di cronaca).

Ebbene, durante la messa celebrata nella Piana di Sibari, Papa Francesco ha attaccato duramente tutti coloro che fanno parte delle cosche mafiose e ha tuonato: “Quelli che non sono in questa strada di bene, come i mafiosi, questi non sono in comunione con Dio, sono scomunicati“. Nel video potete ascoltare il suo bellissimo discorso contro la ndrangheta.

La ‘ndrangheta è questo: adorazione del male e disprezzo del bene comune. Questo male va combattuto, va allontanato, bisogna dirgli di no” prosegue Bergoglio. E poi l’appello alla Chiesa: “Deve sempre più spendersi perché il bene possa prevalere. Ce lo chiedono i nostri ragazzi. Ce lo domandano i nostri giovani, bisognosi di speranza, Per poter rispondere a queste esigenze, la fede ci può aiutare” e agli stessi giovani: “Non lasciatevi rubare la speranza“.