Bellissima sorpresa per i 30 mila scout che si sono ritrovati nel parco di San Rossore, in provincia di Pisa, per la Route nazionale Agesci. Questa mattina è arrivata infatti la telefonata di Papa Francesco che ha spronato tutti i giovani: “Non andate in pensione, camminate con coraggio. Il mondo ha bisogno di giovani che abbiano un orizzonte. Che camminino su questa strada di coraggio. E ricordatevi: la pensione arriva a 65 anni, un giovane non deve però andare mai in pensione. Deve andare con coraggio avanti”.

Le parole di Bergoglio sono state accolte con un lungo applauso e da un coro: “Papa Francesco, Papa Francesco”. Anche perché le parole del Papa entrano davvero nel cuore: “Non lasciatevi rubare la speranza, non abbiate paura. L’umanità vi guarda”. E pare quasi di sentire Papa Giovanni Paolo II, amatissimo dai giovani di tutto il mondo. “Vi mando la mia benedizione e prego per voi e vi prego di pregare per me”. 

Tra i tanti ‘giovani’ presenti al raduno scout c’è anche il premier Matteo Renzi insieme alla moglie. La chiamata dal Vaticano arriva puntuale alle 11: “Spero che questa carta del coraggio sia per voi un grande bene, il mondo ha bisogno di giovani non timorosi, di giovani che si muovano sulla strada e non di giovani fermi. E’ triste guardare un giovane in pensione, con i giovani fermi non andiamo da nessuna parte. Questo è il vostro lavoro per fare questo mondo molto migliore, il vostro compito è fare una città nuova con la bontà e la bellezza che il Signore ci ha dato”. La carta del coraggio, approvata ieri dall’assemblea, oggi è stata consegnata al presidente del Consiglio: “Abbiamo scritto questa Carta per sconfiggere l’indifferenza”.