Convinti di dover salvare un gruppo di persone dalle fiamme, una squadra statunitense dei vigili del fuoco si è ritrovata di fronte ad alcuni pappagalli spaventati. Succede a Boise, in Idaho, dove dei volatili avrebbero ripetutamente pronunciato la parola “fuoco” per sfuggire da un incendio domestico.

Stando alle ricostruzioni riportate dalla stampa a stelle e strisce, i pompieri di Boise sarebbero intervenuti per domare le fiamme in un complesso residenziale. Udite da un appartamento grida e urla, i vigili avrebbero immediatamente pensato alla possibilità che qualche inquilino fosse rimasto bloccato in casa. Sfondata la porta e ottenuto accesso, però, nell’abitazione soltanto un gruppo di pappagalli. «Li abbiamo sentiti dire “fuoco, fuoco, aiuto”», spiega un pompiere. «Non vi era nessuno in casa fatta eccezione per i pappagalli. Degli uccelli davvero intelligenti».

Gli animali sono stati immediatamente tratti in salvo ed è stato loro somministrato dell’ossigeno per migliorarne le funzioni respiratorie. Mentre la causa dell’incendio rimane al momento sconosciuta, sembra che i pappagalli siano stati addestrati per chiedere aiuto in situazioni di pericolo. Non è la prima volta, però, che i colorati uccelli si rendono protagonisti di veri e propri salvataggi. Nel 2008 un esemplare salì agli onori della cronaca per aver ripetutamente pronunciato le parole “mamma” e “bambina”, avvisando così la babysitter del pericolo di soffocamento di una bimba di due anni. Lo scorso anno, invece, un pappagallo avrebbe aiutato la polizia a identificare l’assassino del proprietario riconoscendone il nome.

Fonte: UPI