Esplode la moda delle bambole di plastica: si chiamano Sofia, Kim e Lily ma non sono umane. Non respirano né parlano né interagiscono, sono semplicemente delle bambole. Una si presenta più “maneggevole”, l’altra invece ha un “gran seno” e la loro compagnia può costare all’ora tra i 90 e 120 euro. I prezzi, dunque, non sono altissimi per chi vuole usufruire di questo innovativo servizio. Le bambole, nello specifico, si chiamano “sex doll” e animano il primo bordello di bambole in silicone inaugurato a Parigi nel mese di gennaio. Gestito da una società privata, è ubicato nel quartiere bohémien della città anche se è assicurato il massimo riserbo soprattutto per coloro che decidono entrarvi, che per la prima volta si apprestano a trascorrere un’ora con una bambola di plastica.

Bambole di plastica: tra i 90 e i 120 euro l’ora

“Offriamo aree relax private, dotate di schermo TV e cuffie audio per rendere confortevole il tuo appuntamento con la bambola che preferisci” si legge sul sito web dell’agenzia che raccoglie le prenotazioni. L’indirizzo – di quello che viene definito il primo bordello clandestino di bambole di plastica – viene fornito solo dopo la prenotazione: il servizio, secondo i beninformati, aggirerebbe le leggi francesi che vietano i pagamenti per i servizi sessuali.