Allarme a Parigi, dove nel corso di alcune pattugliamenti di routine tra la notte di sabato e domenica è stata ritrovata una vettura senza targa, nei pressi della cattedrale di Notre Dame. La sezione antiterrorismo e la Direzione generale della sicurezza interna sono entrate in azione e hanno aperto un’inchiesta sul mezzo.

Una volta aperta, dopo aver preso le opportune precauzioni, è stato scoperto che la macchina, una Peugeot 607, conteneva sei bombole di gas, anche se gli artificieri arrivati sul posto non hanno trovato alcun detonatore a essere collegato. Secondo una fonte l’auto sembrava essere stata abbandonata, tuttavia le luci erano ancora accese.

Cinque delle bombole sono risultate piene, mentre la sesta era vuota e collocata sul sedile anteriore del passeggero. La polizia scientifica ha già provveduto a fare i primi rilievi, e gli elementi raccolti avrebbero già portato all’individuazione e al fermo degli ultimi occupanti del mezzo.

Uno dei fermati sarebbe risultato essere già schedato dai servizi di intelligence e tra le altre persone ve ne sarebbe almeno una già nota come un jihadista a forte rischio di coinvolgimento in un atto terroristico.

L’allarme è altissimo a Parigi, anche perché lo scorso maggio il direttore generale della sicurezza interna Patrick Calvar si era detto convinto che l’Isis sarebbe passato presto a utilizzare auto bomba e ordigni esplosivi.

Il caso tuttavia rimane ancora avvolto dal mistero e non si conoscono le intenzioni di chi ha abbandonato la vettura in una zona molto trafficata della capitale francese.