Ancora notizie di sangue dalla Francia. Poche minuti fa si è appreso che un uomo a Parigi è stato arrestato in quanto responsabile dell’omicidio del padre e del fratello.

I due corpi delle vittime, sgozzate con una lama, sono stati ritrovati intorno alle 11 di mattina in Rue Montreuil, per quanto non sia ancora stato identificato un movente per il terribile gesto.

La versione più accreditata parla di un dramma famigliare risoltosi nel sangue (il delitto si sarebbe svolto nel cortile del palazzo in cui abitavano i membri della famiglia coinvolta).

Altre testimonianze vicine alla polizia e citate da Figaro affermano che l’uomo avrebbe gridato “Allah Akbar” mentre aggrediva i due congiunti. Le Parisien afferma che alcune persone avrebbero insinuato un legame della sospettato arrestato con l’Islam radicale, ma la polizia ha invitato alla prudenza, non avendo al momento indizi a conferma di questa tesi.

Nella giornata di ieri la Francia era stata sconvolta dal caso di Grasse, dove in un liceo un ragazzo di 17 anni ha fatto irruzione in un liceo armato di fucile, pistole e granate, aprendo il fuoco e ferendo almeno otto persone, per quanto in maniera lieve.

Sempre ieri si era registrato anche il ferimento di una persona presso la sede del Fondo Monetario Internazionale a seguito dell’apertura di una busta esplosiva. L’incidente è stato definito da Francois Hollandeun attentato” frutto di un disegno terroristico.