Tagliavano barba e capelli ai clienti rimanendo completamente nude. Succede in un salone da barbiere a Mosca, in Russia, dove la polizia è intervenuta a seguito delle segnalazioni dei vicini. A quanto pare, il negozio offriva un servizio in tenuta adamitica, causando nel quartiere una folta schiera di avventori e curiosi.

L’intervento della polizia sembra sia derivato dalle richieste di una vicina scuola per bambini autistici: molti dei clienti del salone, spesso ubriachi, pare abbiano ripetutamente sbagliato la porta d’ingresso della struttura, spaventando così i giovani studenti dell’istituto. «Non abbiamo più potuto permettere ai bambini di giocare in giardino», ha spiegato la preside Ludmila Mihailova, «c’erano troppi uomini ubriachi che tentavano di entrare nell’edificio».

Le autorità inizialmente hanno pensato a un traffico di stupefacenti all’interno del negozio, ma un’indagine sotto copertura ha portato alla luce una realtà ben diversa: barba, capelli e manicure da parte di parrucchiere completamente nude, dalle forme particolarmente avvenenti. Le indagini sono ora in corso per stabilire se ai clienti venissero offerti anche altri e più spinti servizi.

Fonte: Metro