All’ospedale di Careggi a Firenze è andata via la luce mentre i medici stavano per ultimare un cesareo.

Il gruppo elettrogeno d’emergenza non si è acceso ma il chirurgo non si è perso d’animo e con la luce degli smartphone di alcuni specializzandi la situazione è stata comunque risolta con successo e mamma e bambina stanno bene.

Lo stop dell’energia durante una procedura di manutenzione, lo scorso lunedì, ha causato lo spegnimento dei monitor con gli indicatori dei parametri vitali della paziente, che si trovava sotto anestesia generale.

“Lunedì 7 aprile c’è stata una interruzione di corrente nel blocco parto della Nuova maternità di Careggi. L’interruzione di corrente ha avuto una durata di 1 minuto e 30 secondi. In una delle tre sale operatorie del blocco parto era in corso un parto cesareo. Il bambino era comunque già nato prima del blackout e l’intervento si è regolarmente concluso nei tempi previsti. Madre e figlio stanno bene e sono stati dimessi. Il direttore sanitario Maria Teresa Mechi e il direttore del dipartimento tecnico Filippo Terzaghi, tempestivamente informati dal direttore del dipartimento Materno infantile Carlo Dani, hanno avviato l’analisi dell’evento identificando le cause del blackout in una procedura di manutenzione dell’impianto antincendio del padiglione maternità. Inoltre come previsto dalle procedure aziendali è stato attivato un audit interno e sui sistemi tecnologici interessati, in programma mercoledì 16 aprile.”, spiega una nota dell’Azienda ospedaliero-universitaria di Careggi.

photo credit: Nearsoft via photopin cc