Stava realizzando il sogno di diventare mamma quando, a pochi attimi prima del parto, il suo cuore si è fermato. Hilary Wilson non riesce ancora a credere di poter raccontare questa storia. Come riporta il Daily Mail, infatti la donna è “morta” per 11 lunghissimi minuti, poi quando il suo cuore ha ricominciato a battere, è entrata in coma.

In quei momenti, il figlio Felix è nato e adesso sta bene ma per mamma Hilary ci sono voluti ben 4 giorni prima del risveglio. Ma l’incubo non era ancora finito.

Al risveglio Hilary non ricordava di aver avuto un bambino: “…i miei parenti e i miei amici mi parlavano di Felix ma io non capivo a cosa si riferissero” ha spiegato “Cercavo di rimettere insieme i pezzi. Non sapevo dove fossi o cosa fosse successo. Non ricordavo di aver avuto una gravidanza o di aver partorito, finchè mia sorella non mi ha mostrato una foto di Felix. Solo allora i ricordi sono andati al loro posto”.

I medici hanno spiegato che la donna ha avuto un arresto cardiaco a seguito di un’embolia amniotica, le possibilità che sopravvivesse erano solo del 30 % ma dopo 12 ore di intervento e una trasfusione che si è resa necessaria per via della perdita di troppo sangue, adesso sta bene.

Poi racconta dei primi momenti in cui ha visto il suo bambino: ”Quando l’ho visto aveva solo sei giorni, e non l’ho percepito davvero come mio. Non mi interessava tenerlo in braccio ed ero felice che mia madre lo coccolasse”. Poi le cose sono tornate alla normalità.

“Quest’esperienza” -conclude Hilary – “mi ha fatto capire quanto la vita sia preziosa e sono grata per ogni giorno che vivo”.