Nella domenica di Pasqua accesso ai musei statali gratis. Lo ha confermato il Ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, ribadendo la validità, anche nel weekend festivo, del consueto appuntamento con l’iniziativa “Domenica al Museo”, che ogni prima domenica del mese prevede l’ingresso libero ai maggiori musei e i siti archeologici italiani.

Gli italiani potranno dunque decidere di festeggiare la Santa Pasqua 2015 all’insegna dell’arte e della cultura usufruendo delle numerosissime proposte di  #DomenicalMuseo e dell’entrata in vigore dell’orario estivo in alcuni dei più importanti siti archeologici.

Scopriamo quindi, da nord a sud, i luoghi della cultura straordinariamente aperti per l’occasione.

Cominciando dalla Lombardia, a Milano saranno visitabili il Cenacolo Vinciano, la Pinacoteca di Brera, il Castello Sforzesco, la Galleria d’Arte Moderna di via Palestro, il Museo Civico di Storia Naturale e L’acquario Civico. Aperti anche il Museo di Palazzo Ducalee il Museo Archeologico Nazionale di Mantova, e la Certosa di Pavia. In Piemonte si potrà visitare la Galleria Sabauda, il Palazzo Reale e il Museo di Antichità di Torino, mentre spostandoci più a su, verso l’Emilia Romagna, sarà possibile scoprire le bellezze della Basilica di Sant’Apollinare in Classe e del Mausoleo di Teodorico a Ravenna, della Pinacoteca di Bologna, la Galleria Nazionale di Parma e il Museo Archeologico di Ferrara.

Particolarmente ricca, poi, l’offerta di Firenze, con l’apertura della la Galleria degli Uffizi e del Museo Nazionale del Bargello, come anche del suggestivo Giardino di Boboli, mentre nei dintorni saranno aperte le Ville Medicee. Passando a Roma, chi avrà voglia di trascorrere una domenica di Pasqua alla riscoperta dei siti della Capitale, certo avrà modo di accedere al Colosseo, ma anche alle Terme di Diocleziano, al cantiere della Domus Aurea (su prenotazione) e al Foro Romano e Palatino. Saranno poi visitabili Galleria Borghese, Palazzo Venezia, la Galleria Nazionale d’Arte Antica in Palazzo Barberini, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea e il Museo Archeologico Nazionale, solo per citarne alcuni. Poco distante dalla Capitale, accesso gratuito anche per Villa Adriana e Villa d’Este di Tivoli.

Scendendo ancora più a sud, in Campania, per l’iniziativa #DomenicalMuseo saranno aperti al pubblico gratuitamente Castel Sant’Elmo, Palazzo Reale e il Museo Archeologico di Napoli. Aperta poi la magnifica Reggia di Caserta, con il suo immenso parco, ma anche gli scavi archeologici di Pompei ed Ercolano, che dal primo aprile passeranno all’orario estivo con le biglietteria aperte dalle 8.30 alle 19.30. Un’occasione imperdibile per visitare la Villa dei Misteri ed il suo ciclo di affreschi, appena riaperta al pubblico dopo due lunghi anni di restauro. Appuntamento che raddoppia poi con l’apertura straordinaria di lunedì 6 aprile, Pasquetta, con gli spazi verdi tradizionalmente adibiti ad aree picnic.

In Sicilia, infine, accesso gratuito alla meravigliosa Valle dei Templi di Agrigento, al Parco archeologico di Segesta, all’ Anfiteatro Romano di Catania e alla Galleria d’Arte moderna di Palermo.

Per conoscere l’elenco completo dei musei e delle aree archeologiche che aderiranno alla Domenica al Museo di aprile è possibile il sito  www.beniculturali.it.