Ancora disagi causati dalla passerella sul lago d’Iseo realizzata dall’artista Christo. L’installazione, inaugurata nei giorni scorsi, dopo i problemi di sicurezza legati al maltempo stavolta sta creando disagi alla stazione centrale di Brescia per l’alto afflusso di turisti, che non riesce a essere gestito dalla società ferroviaria lombarda Trenord. Centinaia di turisti sono rimasti bloccati per ore ed esposti a temperature roventi.

Questa mattina l’affluenza dei turisti nello scalo ferroviario bresciano ha raggiunto il picco di 3 mila viaggiatori, che hanno formato lunghe code in attesa di poter salire sui treni per raggiungere il lago d’Iseo e attraversare la  The Floating Piers.  Tra le centinaia di turisti incolonnati anche 400 minori. Non sono mancati i momenti di tensione. La coda alla stazione centrale di Brescia  ha superato i 300 metri.

Per gestire il flusso straordinario di passeggeri Trenord ha deciso di riattivare la fermata di Sulzano. Sul posto per garantire la sicurezza dei turisti bloccati si trovano anche gli operatori del 118 e della Protezione Civile. La situazione sta tornando lentamente alla normalità e al momento risultano in coda solo un migliaio di turisti.

Prefetto: valutiamo chiusura permanente notturna della passerella

Il prefetto di Brescia Valerio Valente ha annunciato che l’apertura della passerella potrebbe essere sottoposta a restrizioni per scongiurare rischi e ulteriori code nelle stazioni:

Stiamo valutando, anche su richiesta della stessa organizzazione, una chiusura permanente notturna, almeno nelle ore che vanno da mezzanotte alle sei.

Valente non ha nascosto la sua preoccupazione sull’eccessiva pressione esercitata dal grande flusso di turisti sull’installazione:

L’opera si sta usurando più del previsto: i 270mila spettatori hanno prodotto un’usura dell’opera che è pari a quella che l’artista immaginava a metà dell’esposizione e quindi si rende necessario intervenire con rammendo o sostituzione del telo in alcuni punti.

La società The Floating Piers che gestisce l’opera ha già programmato degli interventi di manutenzione straordinaria per giovedì 23 giugno. A partire dalle 22 di giovedì e fino alle 7:30 di venerdì 24 giugno i turisti non potranno accedere alla passerella sul lago d’Iseo.

L’artista ha invitato i turisti ad avere pazienza o a rimanere a casa, innervosito anche dal mancato rispetto delle sue regole: camminare scalzi per non rovinare la passerella e non inquinare il lago. Molti pedoni e ciclisti inoltre non stanno rispettando le zone rosse imposte dagli amministratori locali, transitando su aree rischiose. Il prefetto ha chiesto di potenziare l’offerta dei trasporti sull’acqua per evitare assembramenti nella piccola piazza di Sulzano.