La situazione sul Mar Cinese Meridionale è sempre più tesa, questo secondo quanto emerge dalle dichiarazioni USA che si preoccupa per il potenziamento della città di Sansha.

Secondo la Cina, le critiche giunte dall’America sono ‘senza fondamento e irresponsabili’.

L’agenzia Nuova Cina sottolinea che ciò che riguarda la città di Sansha non è altro che un ‘normale aggiustamento della struttura amministrativa e militare della Cina e rientra nella totale sovranità di Pechino’.

Nulla di cui preoccuparsi dunque, ma soprattutto nulla in cui intromettersi.

La Cina parla infatti chiaro e dichiara “è tempo per Washington di provare le accuse con occhio chiaro. La Cina vede con favore un ruolo costruttivo degli Usa nella regione Asia-pacifico. Ma sulla questione del mar cinese meridionale, la Cina e i suoi vicini interessati nelle dispute hanno l’abilità e il desiderio di risolverle da sole”.