Il riscaldamento globale, provocato anche dalle emissioni dei vari mezzi di trasporto a benzina e diesel, sta comportando un continuo, e neanche troppo lento, scioglimento dei ghiacci dell’Artico.

Secondo l’Organizzazione Transport & Environment, il nord del nostro Pianeta sarebbe destinato a sciogliersi quasi completamente.

Le indagini effettuate hanno infatti evidenziato che lo scioglimento dei ghiacci sta permettendo un passaggio più frequente e abbondante delle imbarcazioni che, a loro volta, con le emissioni prodotte, provocheranno un ulteriore scioglimento dei ghiacci.

Questo porterà inevitabilmente ad uno scioglimento totale entro i prossimi 30 anni.

L’impatto con l’ambiente sarà dunque devastante, soprattutto considerando che migliori condizioni per l’essere umano sono direttamente legate ad un peggioramento invece della salute del nostro Pianeta.

Ecco perché si chiede all’Ue di intervenire e di “assumere la guida nella tutela dell’ambiente del’Artico. Le chiacchiere costano poco mentre qui è necessaria un’azione dura”.