Il tema pensioni rischia di infiammarsi. Il presidente dell’Inps Tito Boeri ha avanzato una serie di proposte che potrebbero essere bene accolte dagli italiani, meno dal mondo politico. Tra le sue idee vi è infatti quella di tagliare i vitalizi ai politici, così come le pensioni più elevate.

Il presidente dell’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale è intervenuto al programma domenicale di Raitre In mezz’ora. Nel corso dell’intervista con Lucia Annunziata, Tito Boeri ha avanzato l’ipotesi di tagliare “fino al 50% i vitalizi dei politici”, quando questi “superano la quota di 80-85 mila euro lordi l’anno”.

La sua proposta si estende poi anche alle pensioni “normali”, che non riguardano i politici, ma solo quando sono superiori agli 80 mila euro annui. In questo caso si tratterebbe di operare un taglio minore, fino al 12% e solo in quei casi in cui non siano “giustificate” dai contributi versati. Si tratterebbe di una serie di “sforbiciate” dal carattere progressivo, ovvero maggiori sono le pensioni e i vitalizi e maggiori sarebbero i tagli.

Tito Boeri ha presentato a Palazzo Chigi queste proposte sulle pensioni già lo scorso giugno, però non sono poi state inserite nella legge di Stabilità. Il governo Renzi ha comunque assicurato che verranno riprese in considerazione il prossimo anno.

Nell’intervista con Lucia Annunziata, Boeri ha poi aggiunto che ci sono “dirigenti di aziende, personale delle Ferrovie dello Stato”, ma anche altre categorie che “hanno avuto trattamenti di riguardo, soprattutto rispetto a quando andare in pensione. […] Una platea piccola, circa 200 mila persone”. Sarebbero loro a essere coinvolti nei tagli alle pensioni da lui previsti.

Dei tagli che già in passato erano stati bocciati dalla Corte costituzionale. Un rischio che comunque secondo il presidente dell’Inps questa volta non si presenterebbe, perché i soldi risparmiati potrebbero servire a finanziare la flessibilità in uscita, cioè la pensione anticipata con il conseguente obbligo di avere un assegno più basso del normale. Secondo Boeri quindi: “la nostra idea è che vada fatta un’ultima riforma delle pensioni”.