Sconvolgere il prodotto, esibirne con esso le maestrie progettuali. Ma sempre mantenendo come punto fisso, intatte le sue qualità. Il suono. Un pianoforte deve ammaliare chi ne ascolta le dolci e soavi note, cullarne i sensi. Ma per la prima volta anche la vista fa parte di questo concerto di sensi. sono i laboratori Peugeot Design Lab a dar vita ad un pianoforte che invita anche la vista a godere della musica.

Sviluppato in collaborazione con la Pleyel, leader nel campo dei produttori di pianoforti, lo strumento realizzato dall’azienda transalpina è un mezza coda concepito con un design automobilistico, composto da un monopiede in fibra di carbonio, struttura in acciaio e la grande novità: il meccanismo della tastiera allineato. Un prodotto che rappresenta lo sviluppo di stile, ergonomia e acustica.

Lo stesso Yves Henry, il pianista concertista incaricato alla prima prova dello strumento, si disse soddisfatto del prodotto grazie al quale, secondo il suo sentore, per la prima volta anche il musicista può cogliere a pieno il suono. Questo grazie al meccanismo della tastiera allineata, che permette al pubblico di vedere le mani del musicista in movimento e non nascoste come succede con il pianoforte classico, mentre il pianista è in grado di ascoltare il suono senza ostacoli.

Chiude la composizione il coperchio superiore, il quale rimane sollevato con un meccanismo a molle, di derivazione automobilistica, che permette di sollevarlo in maniera molto semplice, e mantenerlo sospeso senza nessun appoggio. Segui per ulteriori informazione il sito ufficiale di Peugeot Design Lab.

Raffaele Romeo Arena su TwitterGooglePlus e Facebook

Publiredazionale #peugeotdesignlab per Peugeot Italia